Slow Dancing
David Michalek accende le luci sulla nuova stagione del LAC

LAC Lugano Arte e Cultura 20/09/2016 - 09/10/2016

Settembre, si accendono le luci sulla stagione 2016/17 del LAC: numerosi gli eventi e gli artisti di fama internazionale che illumineranno la scena culturale di Lugano. Ad aprire il secondo anno di attività, e allo stesso tempo festeggiare il primo appena concluso sarà la video installazione open air dell’artista statunitense David Michalek in Piazza Bernardino Luini.
Dopo una prima stagione che ha portato al LAC artisti del calibro di Anthony McCall, Les Ballets de Monte-Carlo, Sol Gabetta, i direttori Dutoit, Gergiev, Haitink, i registi Mario Martone, Antonio Latella, l’opera teatrale di Peter Brook e i capolavori di Alberto Giacometti, Lucio Fontana, Andy Warhol, Aleksandr Rodchenko, trasformando il nuovo centro culturale da progetto a realtà artistica interessante su più livelli, a settembre si accendono le luci sulla seconda stagione.
A dare il la alla nuova programmazione, una Prima svizzera: la video installazione “Slow Dancing”, firmata dall’artista statunitense David Michalek. L’opera consiste in un trittico di grandi dimensioni che celebra la danza e che verrà proiettato dal 20 settembre al 9 ottobre sulle facciate esterne del centro culturale, dopo esser stato presentato al Lincoln Center di New York e in altri luoghi iconici come l’Arsenale della Biennale di Venezia, l’Opéra Bastille di Parigi e Trafalgar Square a Londra.